On the run

Dal 1948, anno di indipendenza dall’ Impero britannico dell’attuale Birmania, i Karen hanno lottato per la propria sopravvivenza. La più antica etnia sul suolo birmano, i Karen occupano oggi una sottile striscia di terra che corre lungo il confine thailandese nelle foreste del nord-est, la cui sempre più fragile esistenza è protetta dal Karen National Liberation Army (KNLA).

For the past thirty years, millions of Karen villagers in Burma have been living a precarious existence, regularly being displaced from their huts into the surrounding forests and state-controlled relocation sites. All the while, the Karen have continued to struggle against a military-run state that exerts absolute control over their movement, land, farming, produce and every other aspect of their lives.