The Harafish of Cairo

Il tenore di vita medio in Egitto è basso rispetto agli standard internazionali, ed è continuato a scendere dal 1990 ad oggi. Secondo le stime delle Nazioni Unite, tra il 20% ed il 30% degli 83 milioni di egiziani vivono sotto la soglia di povertà. La povertà unita al sovraffollamento, al difficile accesso all’acqua potabile, alla bassa qualità costruttiva delle abitazioni e ad un’insufficiente assistenza sanitaria sono la realtà quotidiana di milioni di abitanti degli insediamenti informali della capitale.

Life standards have been decreasing since 1990 in Egypt, where according to United Nations figures, between 20% to 30% of the country’s sprawling 80 million population live below the poverty line. Unequal development is especially noticeable in Cairo, one of the world’s largest cities, where the dilapidated suburbs are home to almost half of the capital’s population. These poverty stricken, overcrowded neighborhoods have minimum to no access to clean water, low construction quality resulting in shaky buildings and lack even the basic health care facilities.